Magazine

Risultati della ricerca

Perché non si può fare a meno di eccellenti planimetrie

Postato da Angelo Arboscello il 4. Novembre 2018
| 0

La planimetria è una cosa ovvia nel marketing immobiliare. L’effetto di un’eccellente planimetria è spesso sottovalutato. Perché ci sono differenze. Con il disegno dell’architetto oggi non si va molto lontano.

Quando si cerca un immobile, di solito si guardano prima le foto. Ma subito dopo, l’interessato guarda la pianta. Perché si vogliono conoscere le dimensioni, la scala e il taglio delle stanze appena viste nelle foto. Raggiungo il bagno solo attraverso la camera da letto come appariva nella foto? Lo studio è davvero così grande? A volte immaginiamo già dove mettere il divano in salotto o il letto in camera. Inoltre, il potenziale acquirente vuole sapere se la parete designata è ampia abbastanza. E trova queste informazioni solo nella planimetria.

Oggi, i broker professionisti non si affidano più alle piante in bianco e nero disegnate dagli architetti. Perché sanno che l’immaginazione degli acquirenti deve essere stimolata il più possibile per poter commercializzare con successo e ottenere il miglior prezzo. Per questo motivo oggi le planimetrie non sono più disponibili solo in 2D, ma sempre più spesso anche in 3D.

I professionisti del settore immobiliare hanno capito che oggi le emozioni diventano sempre più importanti per convincere i potenziali acquirenti. I prodotti e le visualizzazioni 3D soddisfano queste esigenze. Un modello 3D, una visualizzazione, un’animazione video o un tour virtuale rendono ancora più facile per l’interessato immaginare l’appartamento. Un tour virtuale aiuta anche a separare le persone realmente interessate all’immobile dalle altre. Perché chi è già passato attraverso l’appartamento virtuale e non l’ha trovato di suo guto, non avrà bisogno di vederlo dal vivo. In questo modo i proprietari risparmiano tempo e fatica.

Con la Realtà Virtuale un ricercatore immobiliare può anche arredare il suo appartamento. Gli esperti sottolineano che il potenziale acquirente crea già un legame più stretto con l’immobile. Nasce così un’idea di come potrebbe apparire la vita nel nuovo appartamento. Questo rapporto più stretto aiuta i potenziali acquirenti a decidere su un immobile più rapidamente. In questo modo, il periodo di commercializzazione può essere ridotto.

In passato, i venditori si affidavano alla fantasia del potenziale acquirente per la planimetria. Le informazioni superflue del piano di costruzione per l’interessato sono state eliminate. Questo l’ha reso leggibile e comprensibile per il profano in primo luogo.

Le emozioni vanno comunque di pari passo con la ragione nel campo immobiliare. Entrambi sono ugualmente decisivi per chi cerca immobili. Ecco perché la planimetria 2D della brochure non è ancora fuori moda. La presentazione chiara delle dimensioni è ancora importante. Tuttavia, un modello o una visualizzazione 3D può essere di grande aiuto.

Avete domande sulla creazione della planimetria? Contattateci senza impegno. Saremo lieti di consigliarvi.

 

Foto: © Storyblocks

Paragona immobili